Tutto quello che c’è da sapere sui matrimoni in epoca Covid

Le cerimonie potranno riprendere in tutta Italia dal 15 Giugno nelle zone Bianche e Gialle con un tetto massimo di 1000 persone indipendentemente dalle dimensioni della location.

I partecipanti dovranno inoltre avere una delle tre certificazioni verdi valide:

  • avvenuta guarigione.
  • avvenuta vaccinazione, basta una dose effettuata (almeno 15 giorni prima dell’evento).
  • tampone con esito negativo effettuato nelle 48 ore precedenti.

Il nuovo documento per le feste e le cerimonie della regione Emilia Romagna, uscito il 29 Maggio 2021, prevede queste disposizioni.

Fonte: Protocolli di sicurezza regione Emilia Romagna

Le nuove regole

Eccovi i punti principali delle linee guida da seguire per organizzare questi eventi e per rimanere in sicurezza:

  • stabilire il numero massimo di presenze in relazione alle dimensioni e agli spazi della location, oltre che ai ricambi d’aria
  • organizzare gli spazi, in modo che l’accesso sia ordinato ed evitare assembramenti in tutte le fasi della cerimonia, predisponendo la segnaletica adeguata
  • distanziamento minimo di 1 metro all’aperto e di 2 metri al chiuso e uso della mascherina qualora non sia possibile garantirlo o negli ambienti interni
  • mantenere un registro presenze per almeno 14 giorni.
  • verifica temperatura corporea all’ingresso (accesso < 37,5°C)
  • il buffet o gli open bar sono permessi solo con l’ausilio di personale incaricato, non è permesso servirsi da soli (evitare assembramenti)
  • gli sposi o chi per loro (dopo essersi igienizzati) dovranno distribuire le bomboniere, non è permesso prenderle da soli da un tavolo comune
  • non è permesso nemmeno il lancio del bouquet (per evitare assembramenti)
  • alimenti “comuni” come il pane, salse, grissini dovranno essere serviti  con l’ausilio di pinze, se non già confezionate in monoporzione
  • i gruppi musicali dal vivo, potranno essere presenti con una distanza minima di almeno 3 metri dal pubblico

Conclusioni

Vi invito a prestare attenzione alle norme vigenti, in quanto un asintomatico (considerando le norme attuali), può essere presente alla vostra cerimonia ed essere una potenziale fonte di contagio.

Essere vaccinati non significa non contrarre il virus e non diffonderlo.

In ogni caso, non rinunciate a organizzare il vostro matrimonio, contattatemi e vi aiuterò a fare in modo che sia una festa in piena sicurezza senza rinunciare a nulla.

staff